VINI DELL'ANIMA

Esperienza consapevole di vino e cibo.

martedì

7

maggio 2013

Prosecco italiano e Prôsek croato vini diversi ma nomi troppo simili

Scritto da , nella categoria Notizie e approfondimenti di Vinidellanima

"Prosecco"

La storia si ripete! Qualche anno fa ci fu la lotta per l’uso del nome Tocai/Tockaij all’interno dell’Unione Europea, il primo è un vino bianco secco prodotto in Friuli-Venezia Giulia e Veneto, il secondo un vino dolce ungherese, lotta, che come molti sanno, si è conclusa con la perdita per i produttori di “Tocai” della possibilità di utilizzare tale nome per i loro vini.

Ora il veto dell’Unione Europea è per il “Prôsek” prodotto in Croazia, troppo simile nella denominazione al Prosecco ottenuto in Veneto e Friuli-Venezia Giulia. I viticoltori croati non sono però disposti a rinunciare al nome che da secoli identifica il loro vino dolce passito, ottenuto da diverse varietà d’uva.

Il termine ultimo per l’uso del termine Prôsek è il 1° luglio 2013, data in cui la Croazia entrerà a far parte a tutti gli effetti dell’Unione Europea. Quest’ultima ha stabilito che la dicitura Prosecco può essere utilizzata solo per i vini ottenuti da viti allevate in Veneto e Friuli-Venezia Giulia, ma neanche a dirlo i produttori croati promettono “guerra” in difesa di un vino e di un nome la cui origine deriva dallo slavo anticoprosěkǔ” il cui significato è “zona disboscata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *