VINI DELL'ANIMA

Esperienza consapevole di vino e cibo.

mercoledì

26

giugno 2013

MareMorje Vitovska il vino del Carso tra Italia e Slovenia

Scritto da , nella categoria Girovagando per il Friuli Venezia Giulia, Vitigni e vini

"MareMorje Vitovska"

Quando termina l’autostrada Udine-Trieste bisogna percorrere ancora qualche chilometro per raggiungere il cuore della città, quello delle rive, dei porticcioli e dei palazzi maestosi testimoni di un passato di grandezze sotto l’impero asburgico. Proprio lungo le rive nell’ex pescheria di Trieste, uno stabile tutto a enormi vetrate, si è tenuta la manifestazione “MareMorje Vitovska”, due giorni dedicati a uno dei vitigni e vini legati alla zona carsica tra Italia e Slovenia e alla gastronomia proposta dai ristoratori locali.

Il Carso è un altopiano che si solleva sul mare con altezze che da poco più di cento metri arrivano a quattrocento. Domina incontrastata la bora, vento violentissimo che giunge da est e porta il freddo delle lontane pianure. Neppure le raffiche impietose spazzano via la Vitovska ché è pianta coriacea e pare proprio figlia di queste dure terre. Durezza sottolineata anche dalla parola “carso”, che deriva da “karra” di origine pre-indoeuropea che vuol dire “pietra”.

La Vitovska è piantata perlopiù su uno strato di terra rossa, ma dopo qualche decina di centimetri incontra la roccia calcarea e le radici s’inseriscono tra un anfratto e l’altro a conquistare la profondità e la sua ricchezza minerale. Verso San Dorligo della Valle, in provincia di Trieste, il suolo cambia e si riscontrano formazioni flyschoidi.

Dalle uve vinificate in bianco si produce una Vitovska secca, fresca, sottolineata da sapidità. L’olfatto è garbato: frutta bianca, pera, alle volte salvia, minerale. Va giù giù e colpisce per la sua esaltante semplicità. Quando la Vitovska è frutto di macerazione in tini di legno cambia il suo profilo organolettico. Il colore giallo paglia si fa più carico, l’odore non perde il suo tratto minerale e s’arricchisce di sentori speziati e frutta matura. Al palato è più spessa, rotonda, ma sempre agile per via dell’acidità e sapida che àncora il vino a lingua e palato e sul finire dell’assaggio, come in un abbraccio, lascia una piacevole percezione di mandorla amara.

"Maremorje vitovska - ex Pescheria di Trieste"

MareMorje Vitovska è una manifestazione ben organizzata: ampi e luminosi spazi a disposizione, cosicché è agevole muoversi tra i banchi d’assaggio, intervallati da proposte culinarie ché il vino, non si dimentichi,  è “ministro” della tavola. Conoscere i protagonisti dell’abbinamento, seguirne le inclinazioni permette di comprendere se vi è gratificazione reciproca, se l’incontro ha saputo creare emozione."melanzana affumicata e scapena"

Dadolata tonno rosso - Maremorje Vitovska"

La Vitovska nelle sue diverse versioni, macerata, in bianco o spumantizzata ha rivelato tutta la sua sensualità e partecipazione ad accompagnare piatti di mare, come la dadolata di tonno rosso, pesto di capperi e cetrioli, o la melanzana affumicata accompagnata a scapena e maggiorana, carni bianche delicatamente elaborate, primi piatti e…potrei continuare ancora tante sono state le esperienze gratificanti!

  • Un articolo unico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *