VINI DELL'ANIMA

Esperienza consapevole di vino e cibo.

mercoledì

24

febbraio 2016

Doc “Delle Venezie” una riflessione sul nome

Scritto da , nella categoria Notizie e approfondimenti di Vinidellanima

Doc Delle Venezie

Sabato 20 febbraio scorso è nata l’associazione temporaneaProduttori vitivinicoli trentini, friulani e veneti” allo scopo di presentare richiesta al Ministero delle politiche agricole e forestali e ottenere la Doc pinot grigio “Delle Venezie” e Igt “Trevenezie”.

Non vi è dubbio che la doc interregionale possa essere valido mezzo per valorizzare il prodotto sui mercati internazionali, per riuscire a contrastare con maggior forza le sofisticazioni e soprattutto garantire al mercato un flusso adeguato alla domanda. Problema quest’ultimo che visto dalla parte del Friuli Venezia Giulia vuol dire risolvere uno dei limiti commerciali dei vini di questa regione: la quantità è di solito troppo bassa per il consumo di “massa” e troppo alta per il consumo di “nicchia”.

La denominazione “Delle Venezie” (ma il discorso vale anche per Tre Venezie) crea però qualche dubbio. Pare adatta soltanto al mercato italiano, oltre le Alpi e nel resto del globo il concetto plurale “Venezie” può creare confusione e incredulità. Esiste più di una Venezia in Italia? O ancora, il consumatore potrebbe pensare a un errore di stampa sull’etichetta: non si scrive Venezia (in forma singolare) in Italia?

Sapranno i potenziali consumatori di pinot grigio Delle Venezie a quale area geografica si fa riferimento? D’altra parte bisogna riconoscere che non è facile trovare un altro nome per un Doc plurietnico, ma bisognerebbe provarci, con una seria indagine di mercato, interpellando, perché no, anche un esperto di storia e marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *