VINI DELL'ANIMA

Esperienza consapevole di vino e cibo.

Friuli Venezia Giulia Archivio

martedì

30

settembre 2014

Gusti di Frontiera tra cibo allegria e Bonum Vinum del Collio

Scritto da , scritto in Le degustazioni, Vino e cibo a tavola

"Gusti di Frontiera"

Folle compite di mangiatori e bevitori a Gusti di Frontiera e un denominatore comune: lo stare assieme in allegria e conoscere le reciproche cucine per trovarvi differenze e similitudini. Poco importa poi se il commensale a fianco parla serbo-croato ucraino ungherese francese o una delle altre lingue che si sono intrecciate nei giorni della manifestazione goriziana. Infondo ci si può capire anche solo con uno sguardo o un gesto. Ovunque c’erano fuochi che ardevano, alari che s’arroventavano alla fiamma, tegami colmi di carni, spiedi che arrostivano lenti. E poi pesci verdure formaggi, dolci deliziosi d’ogni luogo. Birre liquori e magnifici vini, perlopiù del Collio. Tra gli assaggi ve n’è stato uno che ti voglio raccontare. In via Rastello (altro…)

martedì

3

giugno 2014

L’IGT Venezia Giulia è un’indicazione geografica errata

Scritto da , scritto in Notizie e approfondimenti di Vinidellanima

"IGT Venezia giulia"

 

L’indicazione geografica tipica è un’indicazione geografica errata. Non si tratta di uno slogan e la questione non è di poco conto. Qualche giorno fa è stato pubblicato su “Il Quotidiano” (fvg) l’articolo “Venezia Giulia, un’indicazione geografica doppia ed errata” a firma Gianfranco Ellero, storico friulano e esperto di marketing. Già dalle prime righe si intuisce l’importanza del problema sollevato. Ma andiamo per gradi. (altro…)

giovedì

16

gennaio 2014

Le viti dimenticate…un patrimonio riscoperto in Friuli Venezia Giulia

Scritto da , scritto in Notizie e approfondimenti di Vinidellanima, Vitigni e vini

"Le viti dimenticate"

Le viti dimenticate” è il titolo di un prezioso volume che raccoglie i risultati di un lavoro di ricerca durato 11 anni. Sono state individuate un po’ in tutto il Friuli Venezia Giulia vecchie varietà di cui più nessuno aveva memoria. Viti messe a dimora tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, quando sulla viticoltura si era abbattuta la scure della fillossera e gli innesti erano fatti in “casa”. L’attività dei vivai non era ancora così diffusa e comunque si privilegiavano varietà straniere. La possibilità, quindi, che fossero stati riprodotti vecchi vitigni “nostrani” era elevata, vitigni individuati nei vigneti della regione, nei filari sparsi, negli orti chiusi. (altro…)

mercoledì

11

dicembre 2013

Viticoltura sostenibile un progetto friulano per il Friuli Venezia Giulia

Scritto da , scritto in Notizie e approfondimenti di Vinidellanima

Viticoltura sostenibile se ne parla con Giovanni Bigot e Paolo Ianna"

Viticoltura sostenibile, progetti di sostenibilità ambientale se ne sente parlare diffusamente, ma il concetto ancora sfugge. Sempre più spesso le aziende viticole si interrogano “sull’impronta ecologica” del loro operato in campagna: ad esempio, quanta acqua viene consumata per produrre un litro di vino o quanta anidride carbonica viene emessa dal processo di produzione, ma un progetto codificato di viticoltura sostenibile, applicabile in ogni contesto ambientale, e che permetta di produrre un vino di qualità, non esiste ancora e questo è il limite dei tanti progetti esistenti in Italia. (altro…)